Rassegna stampa 29 novembre 2018

UE

 
Brexit. Con la Brexit pil inglese giù dell’8% (Ippolito sul Cds). Qualcuno avvisasse Giggino

INTERNI
 
Doti nascoste. Le incursioni di Salvini e le vendetta del M5s sul decreto sicurezza spingono Giuseppe Conte a trovare quel coraggio che “sinora aveva tenuto nascosto” (Conti sul Msg con eleganza prende in giro il premier)
 
Operaio fantasma. Giggino: “Da giovane ho lavorato come manovale imparando il senso della fatica dagli operai di mio padre”. Un operaio: “Mai visto” (Sannino e Dal Porto su Rep)
 
Corto circuito. I funzionari che indagano sul lavoro nero nell’azienda di Antonio Di Maio dipendono dal ministero del figlio (Zurlo sul Gn)
 
Più incubo che sogno. Sarà “Sogno Italia” il contenitore politico che ospiterebbe i nuovi “responsabili” in caso di crisi del governo. Alla guida: Catello Vitiello (massone espulso dal M5s già dal primo giorno), Antonio Tasso (condannato per vendita di cd contraffatti) e Salvatore Caiata (presidente del Potenza Calcio espulso per un’indagine, poi archiviata dal Tribunale, per intestazione fittizia). Padellaro sul Ft riprende un articolo di Libero di ieri
 
Re assoluto. Toninelli dominus planetario delle figuracce: diserta l’audizione in Commissione Trasporti dell’Europarlamento sul ponte di Genova. Era previsto un fuoco di fila di domande precise e il ministro ha annusato il rischio di figuracce ancora peggiori (De Marchis su Rep) 
 
Ammutinamento. Quattordici deputati del M5s non hanno partecipato al voto finale sul ddl sicurezza. Il capogruppo D’Uva tenta di spaventarli: “Il direttivo valuterà se sanzionarli” (Cuzzocrea su Rep). Parlamentari grillini appesi alla tenuta nervosa di Di Maio (Guerzoni sul Cds)
 
Forza Italia contesa. Anche Renzi, dopo Salvini, lancia un’opa su Forza Italia e il primo passo è la riabilitazione del Caimano. Il problema è che per difendere Berlusconi, Renzi spara un pò di cazzate (Travaglio sul Ft)
 
Titanic. L’europarlamentare Stefano Maullu molla Forza Italia per Fratelli d’Italia: “Forza Italia si è allontanata dalla gente…” (lettera a Libero)
 
Indipendenza di fatto. Due segnali sintomatici. Primo: le Olimpiadi invernali di Milano e Cortina vanno avanti senza l’appoggio di governo, ministri e sottosegretari. Secondo: una nuova linea della metro di Milano figlia di un accordo fra comuni senza chiedere nulla al governo. Morale: il Nord oramai va avanti da solo per manifesta incapacità degli interlocutori nazionali (Postiglione sul Cds)
 
Pd. Tesseramento chiuso, rimane aperto quello on line dal 3 al 21 dicembre (Casadio su Rep)
 
Regione Sardegna. La Lega imbarca nelle liste diversi politici nei guai (Pintus sul Ft) 
 
Regione Lazio. Zingaretti sfida il centrodestra e anticipa la calendarizzazione della mozione di sfiducia per disarticolare il centrodestra (Canettieri sul Msg). Far saltare Zingaretti conviene solo alla Lega e ai renziani… (Favale su Rep)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi