Rassegna stampa 4 marzo 2019

ESTERI
 
Tutto il mondo è paese. Una lobby rumena blocca la nomina di un giudice loro connazionale a capo della Procura europea, un’autorità nominata da Europarlamento e Consiglio europeo, che guiderà le inchieste sulle frodi a danno dell’Ue (Valentino sul Cds)
 
Metafore magiare. Orbàn: “Voglio rimanere nel Ppe. Alleanza con la Lega? Non mi piacciono quelli che indossano bretelle e cintura allo stesso tempo” (int. sul Cds)
 
INTERNI
 
Brutta fine. Di Maio va a Torino a parlare di venture capital e start up ma evita di incontrare i consiglieri grillini, gli attivisti No-Tav, gli imprenditori e i giornalisti … (Lombardo sulla St)
 
Previsioni. Roberto D’Agostino: “Se alle europee il M5s va sotto il 20%, cade il governo e Salvini diventa premier. Troppi indizi convergenti”. Su Forza Italia: “Berlusconi consegnerà il partito chiavi in mano a Umberto Cairo” (int. su La Ver)
 
Basilicata, Italia. Berlusconi punzecchia ogni giorno Salvini: “Se il centrodestra vince pure in Basilicata, il governo dovrà cadere” (Signorini sul Gn)
 
Primarie Pd. Prima sensazione: ritrovato il senso di comunità. Seconda sensazione: voglia di andare oltre il protagonismo e i rancori di Renzi (Roncone sul Cds)
 
Gentiloni blindato. I renziani eletti in assemblea nazionale nelle liste di Martina e Giachetti faranno blocco per impedire la nomina di Gentiloni a presidente del partito. Ma sprecano tempo (De Marchis su Rep)
 
Già all’opera. Prima decisione del neo segretario: i gruppi parlamentari dovranno indicare a breve i cento parlamentari da mandare in Assemblea Nazionale. I renziani già sulle barricate (Bertini sulla St). Prodi: “Se le cose vanno in un certo modo, potrei riprendere la tessera” (box sulla St)
 
Niente governi tecnici. In caso di crisi di governo, Zingaretti non appoggerà nessun governo tecnico che si accolli il peso della prossima finanziaria. Tradotto: si vota (Martini sulla St)
 
De Luca flop. Zingaretti stravince in Campania ribaltando il risultato del voto dei circoli. Vince pure in alcuni seggi a Salerno e in una decina di comuni della provincia. A Napoli raggiunge il 70% (Pappalardo e Porcaro sul Matt)
 
Zingaretti in Toscana. A Firenze il 62%, a Pisa il 66%, a Livorno il 68%, a Siena il 69%, a Prato il 58%, etc… (la Nazione)
 
Bonifazi addio. Il primo a saltare sarà il tesoriere Bonifazi (Bertoloni Meli sul Msg e Mieli sul Cds)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi