Rassegna stampa 17 giugno 19′

ECONOMIA
 
Italexit. La strategia della Lega di uscire dall’Euro è stata chiara dall’inizio (attacchi alla Bce, le proposte sull’oro di Bankitalia, i minibot). In un’intervista del 2017 Borghi delineò i passaggi che i leghisti hanno in mente per portarci fuori dall’euro (Capone e Stagnaro sul Fg)
 
INTERNI

 
Tracollo. L’Italia va a ramengo ma la preoccupazione principale di Conte è far slittare di qualche giorno la “sentenza” della Commissione per impedire a Salvini di rompere sull’Europa in tempo utile per sfruttare la finestra elettorale di settembre (Ciriaco e Cuzzocrea su Rep)
 
L’anguilla. Nel M5s definiscono Di Battista “l’anguilla” perchè colpisce e poi sparisce. Inoltre non dice se vuole un incarico oppure no. L’unica cosa certa è che ha l’appoggio di Casaleggio… (Trocino sul Cds). Di Maio: “Di Battista? Ormai è il nostro D’Alema” (Canettieri sul Msg)
 
Intercettazioni no limit. Il ministro Bonafede: “Niente bavagli alle intercettazioni: pubblicare tutto quello che è di interesse pubblico” (int. sul Ft). Dopo le europee Salvini pensava di disporre dei grillini a suo piacimento ma l’illusione è durata poco
 
Csm. L’idea di far eleggere i membri del Csm attraverso il sorteggio è strampalata (V. Zagrebelsky sulla St). Con il sorteggio si aggirerebbero i precetti costituzionali fondati sull’idea di rappresentatività del Csm (Spataro su Rep)
 
Regolamento di conti. La frase della Boschi sulla vicenda Lotti è solo apparentemente una difesa di del deputato: in realtà gli sta rinfacciando il fatto di aver stretto un patto in passato con Zingaretti e adesso ben gli sta (Labate sul Cds)
 
La forma è tutto. I turborenziani ci tengono a sottolineare che le valanghe di insulti a Zingaretti non sono fuoco amico ma “scontro leale” e che loro non tramano ma “parlano chiaro” (Vitale su Rep)
 
Nubi all’orizzonte. Giachetti: “Calenda mi vuole ministro ombra? Fino a 10 giorni fa mi ha definito un personaggio minore che vuole creare difficoltà al Pd…” (int. sul Cds). La guerra fra Renzi, Giachetti e Calenda per mettere le mani sull’elettorato liberal del Pd, è appena iniziata…
Giuseppe Licinio

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi