Rassegna stampa 25 luglio 2019

di Giuseppe Licinio

INTERNI

 
Cambiati i tempi. In altri tempi un Presidente del Consiglio che, in Senato, accusa il vicepremier di aver mentito, avrebbe causato una crisi di governo. In ogni caso il dualismo fra Conte e Salvini condannerà ai margini il M5s per molto tempo (Battista sul Cds)
 
Missione 2022. La madre di tutte le battaglie è la corsa per il Colle. Pure Conte convinto che non si deve andare ad elezioni prima del 2022. Costi quel che costi (Verderami sul Cds)
 
Conte si allarga. Di Maio infuriato: “Sulla Tav Conte doveva limitarsi a dire che deciderà il Parlamento e non esprimere il suo parere favorevole…”. Così ha scatenato il fuoco dei grillini sul bibitaro (Labate sul Cds)
 
Siri telecomandato. Rapporto Dia di Trapani: l’ex sottosegretario Siri faceva esattamente quello che diceva l’imprenditore Aratra che, a sua volta, prendeva ordini da Nicastri (Palazzolo e Vincenzi su Rep)
 
Campione mondiale. Come premier non è granchè, ma come pattinatore sul ghiaccio Giuseppe Conte è il numero uno al mondo… (Cesaretti sul Gn)
 
Mozione Tav. I grillini andrebbero sotto in Parlamento soltanto se Pd, Lega, Forza Italia e Meloni presentassero una mozione congiunta pro Tav. Se ognuno presentasse la sua mozione potrebbe verificarsi il panico in Parlamento: Conte sconfessato e costretto a dimettersi (Travaglio sul Ft)
 
In ginocchio da Grillo. Di Maio implora Grillo di non scagliarsi contro il M5s sulla questione Tav (Cuzzocrea su Rep)
 
La “Bestia” ospite dell’Ugl. La sede dello staff che guida la comunicazione di Salvini è presso il sindacato dell’Ugl (Rizzo su Rep)
 
Forza Italia. Berlusconi sta logorando Toti ma come al solito il governatore lo capisce in ritardo (Di Caro sul Cds)
 
Occasione persa. Con il M5s in ritirata e Salvini latitante, il Pd potrebbe occupare la scena ma Renzi non vuole regalare a Zingaretti questa soddisfazione (Giarelli sul Ft)
 
Cauto. Renzi ci vada cauto sulla Tav perchè nel 2013 scrisse: “Iniziative come la Torino-Lione sono inutili e dannose” (box sul Ft)
 
Bulletto si è svegliato. Un zingarettiano: “Renzi vuole bombardare il partito per riprenderselo. O, in alternativa, se il Pd implode, crearsi lo spazio per un suo partito. Una strategia win-win” (Di Matteo sulla St). Da “golden boy” si è ridotto a parassita ospite di un corpo da cui drena energie (Telese su La Ver)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi