“Dai giornali”, press review del 28 aprile 2020

INTERNI

 
Budget per la Difesa. Il M5s presenta un’interrogazione al Senato chiedendo al ministro Guerini una moratoria per 12 mesi delle spese per gli F35. Clima da campagna elettorale: “Se Guerini andrà avanti se ne assumerà la responsabilità: significa che il Pd vuole spendere per la guerra” (Salvini sul Ft)
 
Linea Pd. Zingaretti mette i paletti: niente cambi di maggioranza ma Conte si dia una sveglia sui tempi di riapertura e sul trasferimento dei soldi alle imprese (int. sul Cds)
 
Peggio di Diocleziano. Scende in campo l’artiglieria pesante. Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio: “Il blocco totale del culto è una rottura nella storia bimillenaria della penisola” (Cds). 
 
Ipse dixit. Gianni Letta: “Mettendo da parte le contrapposizioni si può lavorare tutti insieme per la soluzione dei problemi che angosciano il Paese…”. Il prezzo da pagare a Berlusconi, per un governo di unità nazionale, è una legge elettorale proporzionale che lo liberi da giogo di Salvini (Merlo sul Fg)
 
Renzi scatenato. Ottenute le nomine, Renzi ha fretta di far cadere Conte e carica il cannone: “In arrivo una carneficina di posti di lavoro”, “il decreto è un errore politico, economico, politico e costituzionale”, “qualcuno dovrà pagare”, “politica pavida che si nasconde dietro i tecnici”, “Conte si preoccupa delle dirette fb mentre perdiamo 10 miliardi a settimana…” (int. col botto a Rep)
 
Effetto Elkann. Repubblica già canta il requiem per Conte: il premier si sta avviando a diventare il capro espiatorio del possibile disastro. Il problema non è se cade il governo ma quando (Folli su Rep)
 
Effetto Elkann 2. La Stampa supera Libero: “Bufera su Conte. Il premier fa arrabbiare tutti. Conte fa perdere la pazienza non solo a Salvini ma persino a mezza maggioranza” (Di Matteo e Sorgi sulla St)
 
UE

 
Scuole francesi. Macron riapre le scuole l’11 maggio contro il parere sia del Consiglio scientifico del Ministero della Sanità che del sindacato degli insegnanti. I socialisti: “Se Macron non riapre le scuole, non può mandare i genitori a lavoro” (De Micco sul Ft)
 
Merkel incazzata. Pure il federalismo tedesco è fonte di problemi e la Merkel si è innervosita contro “l’orgia delle discussioni” con i Lander per programmare la ripartenza (Bufacchi sul Sole)
 
ESTERI
 
Se la canta. Haftar annuncia in un discorso televisivo: “Ho accettato il mandato del popolo ad occuparmi del Paese”. Non si capisce da chi abbia ricevuto il mandato (box sul Msg)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi