Connect with us

Hi, what are you looking for?

Parlamento

Sul Def, per i senatori di Forza Italia "il disegno è utopistico, ma il Paese ce la farà nonostante il governo"

La senatrice azzurra Paola Binetti

La senatrice di Forza Italia-Unione di centro Paola Binetti, durante il dibattito in Aula sul Documento di economia e finanza e sullo scostamento di bilancio, ha dichiarato che “il Def è un documento da cui emerge poca chiarezza riguardo a tre punti su cui dovrebbe intervenire: la riduzione del Prodotto interno lordo, l’aumento della disoccupazione e del debito pubblico. Ci saremmo aspettati dal governo“, ha continuato la parlamentare, “la selezione di pochi obiettivi strategici da raggiungere, in primo luogo quello di rifondare il Servizio sanitario nazionale, anche alla luce dell’epidemia in corso. Ma nel Def nulla di tutto questo si coglie. Si ripropongono ancora disegni utopistici dove tutto è possibile ed anche il suo contrario”. Per Binetti, “ad esempio, è ormai chiaro a tutti che nella Sanità mancano i geriatri, mancano i medici specialisti. Chiediamo quindi che si finanzino borse di studio per le scuole di specializzazione. Se ci fossero stati gli specialisti, se avessimo investito davvero sulla famiglia, sui caregiver, realisticamente non avremmo avuto la strage di anziani“.

Secondo il collega di gruppo, il senatore Marco Perosino, “dal governo sono arrivate solo promesse mentre si liberano i mafiosi, si lasciano i terremotati al freddo e al gelo e si aprono le porte ai migranti. Questo è un Def che sembra scritto prima della pandemia, ci sarà un motivo se tutti protestano? In politica quando accade questo bisogna cambiare rotta. Dobbiamo costruire un fondo salva Italia nel decreto di aprile, pagare la cassa integrazione, dare contributi a fondo perduto alle aziende, estendere il reddito di emergenza a 1000 euro per 3 mesi, fare la rottamazione quater, investimenti pubblici sul modello di Genova, e non perseguitare le industrie. Occorre – ha concluso il parlamentare – una visione di centrodestra e sono sicuro che l’Italia ce la farà nonostante voi“.

Più duro il commento del senatore Dario Damiani, relatore di minoranza al Def: “Anche questa volta, anche con questo Def avete sbagliato strada. Indebitate i nostri figli fino al 2032 senza fare investimenti ma puntando soltanto su scelte di politica assistenziale come il reddito di cittadinanza. Voi scaricate debiti per 450 miliardi di euro per due legislature, senza aver minimamente condiviso queste scelte con il Parlamento. A causa delle vostre decisioni ogni bambino che nasce si troverà 45 mila euro di debiti sulle spalle. Conte è passato da essere ‘avvocato del popolo’ a ‘notaio della decrescita infelice’ insistendo con le tasse ambientali e politiche di contrasto all’evasione mentre oggi sia le piccole realtà imprenditoriali, sia quelle piccolissime non riescono a pagare le tasse“, ha aggiunto Damiani. Per poter combattere questa guerra servono investimenti a fondo perduto, ridurre le tasse, riaprire i cantieri e non indebitamento per le politiche assistenziali. Servono scelte di visione politica strategica, non certo piccoli provvedimenti che non arrivano al Paese reale fatto di famiglie e imprenditori che infatti si lamentano“.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche ...

Esteri

“I vaccini a mRNA contro il Covid-19 potrebbero essere pericolosi a lungo termine?”. Per trovare una risposta alla domanda che si stanno facendo in...

In evidenza

L’incarico di governo a Carlo Cottarelli non è bastato a placare i timori dei mercati, con lo spread arrivato ai massimi dal 2013. Ricordiamo...

In evidenza

 Intervista esclusiva a Paolo Ferrero, vicepresidente del Partito della Sinistra europea, già Ministro della solidarietà sociale e Segretario di Rifondazione comunista Ferrero, da Salvini...

In evidenza

Antonio Ammaturo sognava fin da giovanissimo di entrare in Polizia; ci riuscì e cominciò ad operare nella prima parte della sua vita tra Bolzano,...

Copyright © 2015 EcodaiPalazzi.it