“Dai giornali”, press review del 5 maggio 2020

INTERNI

Cambio di tattica. La strategia di Salvini è sempre quella di portare l’Italia fuori dall’Europa ma ha cambiato tattica: dopo aver per anni alimentato i suoi consensi sull’uscita immediata, ora punta a farsi cacciare avanzando richieste inaccettabili e incompatibili coi trattati (Fg)

O-nes-tà. Il M5s per anni ha fatto del giudice Di Matteo un idolo e un’icona ma ora è diventato un tabù. Solo il Pd ha difeso subito Bonafede ed è tutto dire. Se la Lega presentasse una mozione di sfiducia al ministro, al Senato sarebbero dolori: Renzi ha il dente avvelenato con Bonafede e quindi servirebbero i voti di Berlusconi… (Cuzzocrea su Rep)

Bye Bye Giggino. Il sottosegretario alla Difesa Tofalo si offre come referente atlantico nel M5s: “Le relazioni con gli Usa e la Nato sono pilastri e stelle polari della nostra politica estera e di difesa”. Nel dubbio non fosse chiaro: “La commessa assegnata a Finmeccanica è la prova inconfutabile del forte legame con l’Italia anche in quello che è un costante braccio di ferro con le altre super potenze, come Cina e Russia” (Bresolin e Sforza sulla St)

Compagni che sbagliano. Bettini picchia duro: “Le critiche di Delrio e Marcucci al governo? C’è chi nella tragedia soffia sul fuoco per calcoli politici, secondo me, sbagliati; chi cerca di lucrare qualche poltrona; e chi, infine, come Conte e il governo, mette passione e dedizione per guidare la barca in tempesta come sta facendo Conte e il suo governo”. “Renzi? Facile fare le ‘anime belle’ quando non si hanno responsabilità dirette” (int. sul Cds)

Lombardia. Il Pd regionale sfrutta le tensioni nella maggioranza e presenta una mozione di sfiducia contro l’assessore alla Sanità Gallera (Forza Italia) sfruttando i mal di pancia leghisti e pure di qualche forzaitaliota. La mozione non passa soltanto perchè è sceso in campo Fontana a difenderlo. Italia Viva astenuta (Barbacetto sul Ft)

Squallore. Toti sfrutta l’emergenza virus per la sua campagna elettorale: fa distribuire volantini con l’offerta di due mascherine e il simbolo di “Toti Presidente” (Padellaro sul Ft)

UE

Disinformazione. L’Ue sottovaluta la battaglia sulla propaganda. La divisione della Commissione che si occupa di disinformazione ha un bilancio di 6 mln e conta in organico 38 persone (segretarie comprese). E meno male che Borrell parlava “dell’impatto diretto della disinformazione sulla salute pubblica e sulla sicurezza dell’Ue…” (Carretta sul Fg)

Quantitative easing. La Corte Costituzionale tedesca oggi decide se vietare alla Bundesbank di partecipare al programma di acquisti della Bce di titoli di Stato. Se optasse per il divieto, tecnicamente il programma potrebbe continuare: le altre 18 banche centrali interverrebbero per rimpiazzare la Buba. Ma politicamente sarebbe un terremoto (Bufacchi sul Sole)

Covid 19. L’Unione europea chiederà all’Assemblea mondiale della Sanità un’indagine indipendente internazionale sulla nascita del Covid. Partita diplomatica complessa che deve tenere saldi i legami atlantici depotenziando l’aggressività degli Usa verso la Cina. Obiettivo cercare un equilibrio che eviti ritorsioni degli Usa (tramite i dazi) e tenga aperto il dialogo con Pechino, alleato con l’Europa proprio contro le guerre commerciali di Trump (D’Argenio su Rep)

Tana libera tutti. Via libera della Commissione alla Francia a concedere 7 miliardi di euro a sostegno di Air France (box sul Sole)

Strano dibattito. In Germania la Spd chiede il ritiro delle armi nucleari americane dal suolo tedesco: “la loro presenza non aumenta la nostra sicurezza ma anzi ha l’effetto opposto”. Per la Cdu è un’idea “irresponsabile e non negoziabile”. Dietro l’uscita dei socialdemocratici la questione della spesa militare (Valentino sul Cds)

ESTERI

Relazioni ai minimi. Sempre più vicina una nuova guerra fredda. L’intelligence cinese avvisa i propri leader politici: l’ondata di ostilità verso la Cina raggiungerà livelli altissimi. Propaganda cinese al contrattacco: quanto devono pagare gli Stati Uniti per aver provocato la crisi globale del 2008? (Carrer sul Sole)

Expo. L’Expo di Dubai slitta di un anno: si svolgerà dal 1° ottobre 2021 al 21 marzo 2022 (Sole)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi