“Le ombre della più misera Tangentopoli tornano ad addensarsi tra i banchi del Parlamento Italiano e sulla Regione Campania. Favori in cambio di sconti sul fitto di un comitato elettorale, orologi di valore e qualche migliaia di euro quale prezzo della corruzione, fino al sostegno per la campagna elettorale di un candidato già al centro di un’indagine per voto di scambio. E nel mirino dei magistrati nomi come Luigi Cesaro e Mario Casillo che trainano percentuali di preferenze elettorali importanti e che, conti alla mano, hanno fatto la differenza per alle ultime elezioni regionali. L’uno per il figlio divenuto capogruppo Fi, l’altro per se stesso e che da 5 anni capogruppo lo è per il Pd. Bandiere diverse coinvolte in un’unica indagine”. Così il deputato M5S Luigi Iovino in una nota stampa denuncia inviata alle redazioni giornalistiche.

CONTINUA A LEGGERE SU ECODAIPALAZZI.IT

Seguici su:
Facebook  |  Youtube  |  Telegram  |  Twitter

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi