“Dai giornali”, press review del 21 maggio 2020

INTERNI

 
Italia viva. Le trattative aperte tramite Maria Elena Boschi, “che conosce Conte da prima che entrambi entrassero in politica”, hanno dato i loro frutti (Meli sul Cds). Il diavolo si nasconde negli incisi
 
Non sogni ma solide realtà. Le richieste di Renzi a Conte: la presidenza delle Commissioni Bilancio e Affari costituzionali (dove si deciderà la legge elettorale) della Camera, la presidenza Agcom (così può tenere sotto scacco Berlusconi) e sopratutto la testa del ministro De Micheli poichè blocca i cantieri a cui Renzi tiene tanto (Ciriaco su Rep)
“Bestia” azzoppata. La macchina social di Salvini perde colpi: un algoritmo specializzato calcola in calo dell’8% i commenti positivi ai suoi post su Fb (dal 41% di gennaio al 33% di aprile). Meloni supera Salvini nell’engagement, ossia l’insieme di interazioni fra like, commenti e condivisione di post (Pacelli sul Ft)
 
Onestà. Soltanto fra Gioia Tauro e la Locride, 101 esponenti della ‘ndrangheta (fra boss, gregari e affiliati) ricevono il reddito di cittadinanza (Macrì sul Cds)
Meglio di Harvard. Di Maio piazza 5 compagni di scuola: il liceo di Pomigliano sforna la nuova classe dirigente (Bracalini sul Gn)
 
ECONOMIA
 
Autarchia. Si è concluso con grande successo il collocamento dei Btp Italia agli investitori retail. Il Tesoro ha raccolto in totale 14 mld, importo oltre le previsioni, al quale si dovrà aggiungere l’acquisto degli investitori istituzionali (Brambilla e Carosielli su MF)
 
La partita si fa dura. Il Senato americano approva una normativa che può bloccare la quotazione di aziende straniere nelle Borse americane se non rispettano la regola di trasparenza e certificazione dei loro bilanci. La Cina non è nominata ma è chiaro che sono loro l’obiettivo. Inoltre Trump ordina al gestore delle pensioni dei dipendenti federali di dismettere dal proprio portafoglio tutti i titoli cinesi (Rampini su Rep)
ESTERI
 
Delirio Bolsonaro.  Bolsonaro vara un decreto che dispone la somministrazione di idrossiclorochina non solo ai pazienti gravi ma anche a chi avverte solo dei sintomi. Chi lo assume però “è consapevole degli effetti collaterali…”. Nel frattempo perde un altro ministro (il quarto) in due mesi (Mastrogiacomo su Rep)
Palestina. Abu Mazen: “Il processo di Oslo è morto. Lo Stato di Palestina non è più tenuto a rispettare gli accordi con i governi americano e israeliano”. Si apre uno scenario molto incerto e gli stessi servizi segreti israeliani diffidano Netanyahu ad approfittare della confusione fra i palestinesi per allargare gli insediamenti (Stabile sulla St)
 
Libia. Gli Usa ritrovano la parola: basta mercenari russi a combattere in Libia. Il Regno Unito si accoda subito dopo (Zunini sul Ft)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi