“Dai giornali”, press review del 22 maggio 2020

INTERNI

Boom. Urbano Cairo disintegra Renzi: “Ha più parlamentari che voti”, “tratta gli italiani da stupidi con questi tira e molla”. E parla a nuora perchè suocera intenda: “Non affiderei una trasmissione a lui perchè che se la gente non ti vota non ti guarda nemmeno in tv” (box sul Cds). Colpito, affondato e seppellito.

Assunzioni scuola. Il M5s vuole il concorso straordinario per i docenti ma l’opposizione come anche Pd e Leu chiedono l’assunzione in base ad una graduatoria per titoli. Formalmente il problema è il rischio contagio, in realtà il problema è squisitamente politico e infatti sarà Conte oggi a risolvere la questione (Ducci sul Msg)

C’eravamo tanto amati. Lotti: “Ermini dice che avrei voluto comandare il Csm? È una gravissima accusa, una falsità inaudita che lede in modo inaccettabile la mia persona e la mia onorabilità”. Ermini rincara: “Lotti, in un incontro alla Camera, mi fece presente: ‘Guarda che quelli non sono contenti di te’. Volevano che io partecipassi alle votazioni per le nomine” (Massari sul Ft). Uno scontro fra (ex?) renziani che non promette niente di buono

Allievo. Salvini presto dovrà rispondere in tribunale per i casi Gregoretti e Open Arms e chiama Mattarella per denunciare un atteggiamento persecutorio. Sa bene che il Presidente non può fare niente ma vuole accendere i riflettori su di sè e indossare i panni del perseguitato politico. Una tattica in cui Berlusconi era maestro (Magri sulla St)

Puglia contesa. Salvini non rinuncia alla Puglia e scompagina i giochi nel centrodestra lanciando un suo candidato, Nuccio Altieri, a candidato governatore (Lopapa su Rep)

Il bue e l’asino. Report indaga sui conti poco trasparenti di Rousseau e Casaleggio li accusa di diffondere fake news. Proprio lui che tramite i siti di bufale “Tze Tze” e “la Fucina” ha fatto business per tanti anni. E pensare che volevano la Gabanelli al Quirinale proprio per le inchieste che faceva sugli altri… (Fg)

Stracci. Roberta Lombardi: “No al bis per Raggi e Appendino. A Roma serve un candidato vincente…” (int. su Rep)

UE

Germania. Partiti di opposizione (liberal democratici e AfD) all’attacco su Recovery Fund. Anche il papabile successore della Merkel alla guida della Cdu, Friedrich Merz, non è entusiasta: “l’Ue non diventi un’unione dei trasferimenti” in cui i ricchi finanziano i poveri. Ancora: “l’Ue sta camminando su un filo molto sottile” (Bertolino su MF)

Nuovi albanesi. Senza investimenti nelle zone povere dell’Europa, gli italiani, gli spagnoli e i greci saranno i nuovi albanesi. I fortissimi flussi migratori interni causeranno il crollo dell’Europa: ci saranno tensioni sociali sia nei Paesi da cui si parte sia in quelli in cui si arriva (Casertano su MF)

ECONOMIA
Partite di potere. Tre le grosse partite in gioco nella finanza italiana: l’offerta lanciata da Intesa su Ubi Banca (in attesa del via libera della Consob); l’arbitrato tra Rcs e il fondo Blackstone sulla cessione di via Solferino; le operazioni di Delvecchio per salire al 10% in Mediobanca. Regista di tutte e tre le operazioni è l’avv. Sergio Erede. Il salotto buono si sta ricompattando e l’obiettivo è riprendersi il Corriere (Zacchè sul Gn)

ESTERI
Libia. La Germania vende armi a Egitto ed Emirati Arabi Uniti che le girano ad Haftar. L’Italia continua a prendere schiaffi e non capisce la posta in gioco (Orsini sul Msg). L’escalation militare porterà Turchia e Russia ad accordarsi e a spartirsi la Libia (Nigro su Rep)
Riarmo militare. Gli Usa si ritirano dal trattato “Cieli aperti” e sopratutto dal trattato per la riduzione degli armamenti militari firmato nel 2010. L’anno scorso avevano già ripudiato il Trattato “Inf”, che impediva il dispiegamento a terra di missili nucleari a gittata intermedia. La Cina non ha mai firmato nessuno di questi trattati e gli Usa vogliono dotarsi dello stesso margine di manovra dei rivali (Fabbri sulla St)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi