“Dai giornali”, press review del 27 maggio 20

INTERNI

 
Scacco matto. Fissando le elezioni regionali e amministrative a settembre Conte spariglia i giochi di chi vuole mandarlo a casa. Il clima da campagna elettorale cancellerà qualsiasi tentazione di governo di “unità nazionale” (Verderami sul Cds)
 
Disinformazione. Cina e Russia ci hanno preso gusto: i servizi hanno le prove che Mosca e Pechino attuano in Italia un sistematica campagna di disinformazione diffondendo nei social notizie del tutto inventate ma con un certo grado di verosimiglianza. Obiettivi: autocelebrarsi, delegittimare i competitor, fomentare la dialettica anti-europeista e creare tensioni sociali (Tonacci su Rep)
 
Voto su Salvini. In Commissione, a difendere la scelta di salvare il leader della Lega il renziano Davide Faraone, lo stesso che saliva sulle navi dei migranti per denunciare “l’azione illegale e disumana” di Salvini (Ciriaco e Lopapa su Rep)
 
Scuola. Manifesto: “Concorsi, verso l’intesa”. La Stampa: “Scuola, salta l’accordo nella maggioranza” 
 
Pronto. La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato sollevato dal deputato Cosimo Ferri nei confronti del Procuratore generale della Cassazione e del Procuratore di Perugia sull’utilizzo di alcune intercettazioni. Per la Corte tale richiesta la può fare solo la Camera e quindi Ferri deve chiedere una cortesia al Pd e al M5s… (Stella sul Dubbio e Bianconi sul Cds)
 
ESTERI
 
Ponzio Pilato. Di Maio non ha idea di cosa fare su Libia, Hong Kong e sulle altre missioni da rifinanziare. Su pressione del Pd, Giggino cede il coordinamento dei lavori al sottosegretario Marina Sereni (Valentini sul Fg)
 
Una verniciata. I russi pittano gli aerei prima di mandarli in Libia per non farli riconoscere. Strategia già adottata in Siria e in Crimea: prima trasportano nella zona di guerra militari, materiale e armi senza mostrare divise, mostrine e simboli negando che siano a loro riconducibili. Poi quando tutto è pronto iniziano una guerra lampo. Faranno la stessa cosa in Libia (Raineri sul Fg)
 
Hong Kong. La polizia schiera 3mila uomini in tenuta antisommossa più altri 10mila uomini a difesa del parlamentino (box su La St)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi