Dai giornali, press review del 13 luglio 2020

Autostrade (versione Conte): “Autostrade scommetteva sulla mia debolezza per dare le carte ma adesso si fa come dico io: i Benetton non hanno ancora capito che il governo non accetterà di sacrificare il bene pubblico con i loro interessi privati. O accettano le nostre condizioni o sarà revoca” (int. sul Ft)

Autostrade (versione Benetton). Gli ad di Atlantia e Aspi: “Disponibili a far entrare lo Stato con una piccola quota nella governance” (int. su Rep)

Cannibalismo. La lista Zaia è così forte che potrebbe umiliare quella della Lega a tal punto da rischiare che quest’ultima arrivi terza, dopo la Meloni

Napoli addio. Il Pd rassegnato a cedere ai il candidato sindaco Oddati (Segreteria politica di Zingaretti): “Dobbiamo avere l’umiltà di fare un passo di lato” (Porcaro e Roano sul Matt)

ECONOMIA

Recovery. Italia pronta a cedere qualcosa ai frugali (riduzione delle risorse) patto che la gestione del Recovery torni in Commissione (Ciriaco e D’Argenio su Rep)

Con calma. La corsa di Caldoro contro De Luca è ancora lontana dall’entrare nel vivo (Di Giacomo sul Matt)

UE

Unicum. Solo l’Italia ha prorogato lo stato d’emergenza. Merkel, Macron e Sanchez, pur avendo gli strumenti giuridici per farlo, se ne sono tenuti alla larga (Iacoboni sulla St)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi