Il Consiglio dei governatori del meccanismo europeo di stabilità (Mes) ha nominato presidente Paschal Donohoe, il presidente eletto dell’Eurogruppo, con decorrenza dal 17 luglio 2020.

Donohoe succede a Mario Centeno, come si ricorda in un comunicato del Mes, secondo cui Donohoe ha accolto con favore la sua nomina affermando: “E’ un grande onore essere nominato presidente del Consiglio dei governatori del Mes e ringrazio i miei colleghi per aver riposto la loro fiducia in me. Siamo a un punto importante nello sviluppo del Mes e il pacchetto di riforme concordato in linea di principio dall’Eurogruppo rafforzerà la capacità di resilienza e di risoluzione delle crisi dell’area dell’euro. Il mio obiettivo è lavorare a stretto contatto con i miei colleghi nel consiglio di amministrazione per attuare i nuovi compiti e responsabilità del Mes. Sono fiducioso – ha sottolineato – che il nostro sforzo collettivo aiuterà il Mes a sviluppare il suo pieno potenziale come meccanismo di risoluzione delle crisi”. Il neo presidente del Consiglio dei governatori del Mes ha poi aggiunto: “Vorrei rendere omaggio a Ma’rio Centeno per la sua abilità e leadership nel Consiglio negli ultimi due anni e mezzo. Penso che ciò  sia chiaramente dimostrato dalla velocita’ con cui lo strumento di Supporto per la crisi pandemica del Mes e’ stato concordato e reso operativo durante questo periodo estremamente impegnativo”.

L’amministratore delegato del Mes, Klaus Regling ha dichiarato: “Mi congratulo con Paschal Donohoe per la sua nomina a presidente del Consiglio di amministrazione del Mes. E’ uno dei più longevi ministri delle Finanze in servizio nell’area dell’euro. Durante la sua permanenza in carica, dal 2017, l’Irlanda è stata una delle economie in più rapida crescita dell’Ue dopo il completamento con successo di un programma di sostegno alla stabilita’ nel 2013. La sua esperienza e le sue competenze saranno particolarmente utili in questi tempi difficili. Sotto la guida di Paschal, il Consiglio di amministrazione del Mes affronterà importanti compiti, come rispondere alle potenziali richieste degli Stati membri di attivare la linea di credito di sostegno alla crisi pandemica e il completamento della riforma del Mes“.

 

CONTINUA A LEGGERE SU ECODAIPALAZZI.IT

Seguici su:
Facebook  |  Youtube  |  Telegram  |  Twitter

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi