Libri. Virus, potere, media e la filosofia di una psicosi sociale nel “Covideocracy” di Carmine Castoro

Covideocracy. Virus, potere, media. Filosofia di una psicosi sociale è il nuovo libro edito ‘Monica Macchioni, Male-edizioni’ di Carmine Castoro.

L’autore, filosofo della comunicazione, già collaboratore per quotidiani e magazine nazionali ed autore televisivo Rai, affronta il tema del covid e della pandemia, non solo come lo spettro della “peste” e della miseria che ribussano alle nostre porte dai tempi della Milano di Renzo e Lucia, ma facendo un’analisi complessa di tipo storico, sociale, critico e genealogico del contagio e  senza preferire le semplificazioni ossessive, luttuose, statistiche e paranoiche dell’informazione mainstream che incatena le menti.

Il senso del libro mette in evidenza anche come non siano ancora state indagate le cause antropiche del virus visto come “flagello”, le responsabilità a livello di malasanità territoriale e la finanziarizzazione della medicina. Come nemmeno evidenziati i conflitti di interessi dei guru della Scienza ed i raffronti con altre malattie in Italia e nel mondo.

Insomma un libro da comprare e leggere, fuori dagli schemi e da una certa standardizzata retorica del racconto, che difficilmente va a fondo per far riemergere il vero significato delle cose e degli avvenimenti.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi