Giustizia: ex eurodeputata risarcirà oltre 60 mila euro per diffamazione

L’ex europarlamentare europea del M5S Giulia Moi è stata condannata per diffamazione nei confronti dell’Istituto formazione lavoro donne di Cagliari.

Il giudice della II Sezione penale del Tribunale di Cagliari, Simone Nespoli, ha previsto una provvisionale di 15 mila euro per ciascuna delle parti civili per un totale di 60 mila euro, oltre alle spese legali. L’ex europarlamentare sarda dovrà risarcire l’Ifold, la legale rappresentante dell’istituto Andreina Siddu, la responsabile didattica Giovanna Maria Piano e la direttrice amministrativa Anna Maria Fusco. Giulia Moi è stata condannata per aver definito le responsabili dell’Ifold, tra le altre cose, “una banda di ladrone mafiose che rubano soldi pubblici”.

L’Ifold e le sue dirigenti sono difese dagli avvocati Rita Dedola, Massimo Massa e Massimiliano Ravenna che annunciano una richiesta danni in sede civile di oltre mezzo milione di euro.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi