Bufera procure, Nello Rossi: ”Presto in pensione, Davigo non resti giudice”

A ottobre il consigliere del Csm Piercamillo Davigo andrà in pensione dalla magistratura per raggiunti limiti di età. E se Palazzo dei marescialli gli desse la possibilità di portare a termine il giudizio disciplinare a carico di Luca Palamara, ‘destinato a concludersi dopo il suo pensionamento’, sarebbe una decisione ‘sbagliata e incomprensibile’. Una scelta che si porrebbe in netto contrasto con la legalità e la funzionalità dell’organo e con le esigenze di rappresentatività e di legittimazione che devono caratterizzare l’attività del Consiglio Superiore e in particolare modo della Sezione disciplinare“.

A sostenerlo è il direttore della rivista di Magistratura democraticaQuestione Giustizia‘, Nello Rossi, che è stato autorevole esponente dell’Associazione nazionale magistrati e consigliere del Csm. “Sta per nascere al Csm un caso Davigo?” è il titolo dell’articolo visibile sul sito della corrente delle toghe di sinistra.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi