Fase 3, Luigi Barone (Asi): “Casi in aumento e dati allarmanti, ma si eviti di fare terrore psicologico”

Casi in aumento sopratutto al Sud. I dati sono allarmanti, ma non da creare in panico nella gente. Credo che un secondo lockdown sia del tutto fuori discussione, perché rischieremo di aumentare il tasso di povertà, ma soprattutto, rischiamo di perdere attività, aziende, negozi, perché già stentano ad andare avanti visto i mancati aiuti – tanto promessi ma mai elargiti – del Governo, se non permettono loro di poter “sbancare il lunario” li condannano a morte. Bisogna rimanere vigili, ma non richiudere tutto.” Lo dichiara Luigi Barone (Presidente del Consorzio Asi della Provincia di Benevento e consigliere delegato della Ficei per le politiche del Mezzogiorno).

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi