Rassegna stampa

INTERNI

Terremoto nella Lega. Salvini irritato con Fontana per la decisione del lockdown dopo che l’ex capitano aveva promesso a commercianti ed esercenti una linea aperturista (Giannoni sul Gn). L’ex ministro Centinaio poco diplomatico: “Quando la politica è fatta da sfigati che vivono fuori dal mondo reale, questo è il risultato”. Dalle chat leghiste lombarde valanghe di insulti a Fontana (Valentini sul Fg)

Conferenza Stato-Regioni. Governando 14 regioni, al centrodestra spetta di fatto la Presidenza della Conferenza Stato-Regioni ma non c’è fretta visto che Bonaccini picchia sul governo come un salviniano (Canettieri sul Fg)

Candidati del centrodestra. Tra veti incrociati e paletti autoescludenti (Salvini: “Ci vogliono candidati che abbiano lavorato”), Meloni, Salvini e Berlusconi per le amministrative tirano fuori una ventina di figurine che servono a fare scena come il ghirigoro di aceto balsamico di alcuni piatti (S. Merlo sul Fg)

ECONOMIA

Senza deleghe. Lo Stato si prepara ad uscire dal capitale di Mps ma in pancia ha solo crediti deteriorati che nessuno vuole comprare. Effetto collaterale della vicenda Mps: Gualtieri ritira le deleghe sul sistema bancario al sottosegretario grillino Villarosa che non la prende bene (Borzi sul Ft)

Buonanotte ai suonatori. Il vicepresidente della Commissione europea Dombrovskis: “Recovery Fund? Se tutto fila liscio (fine del processo legislativo, ratifica della decisione da parte dei parlamenti nazionali, presentazione dei progetti da parte dei governi), i primi soldi arriveranno nella primavera del 2021” (int. su La St)

Autostrade. Il gruppo Atlantia respinge ancora una volta l’offerta di Cdp-Blackstone-Macquarie per Aspi ma dà tempo fino al 27 ottobre per presentare un’altra offerta. I Benetton comunque non possono tirare troppo la corda perchè Aspi non sarà più redditiva come prima a causa del minor rincaro delle tariffe (Puledda su Rep)

ROMA

Dignità cercasi. A Bertolaso non è bastata l’umiliazione subita da Forza Italia e dalla Meloni nel 2016 (lo candidarono sindaco e poi lo sostituirono all’ultimo con Marchini). Adesso dice di essere nuovamente disponibile (Ajello sul Msg)

Calenda pensiero. Qualcuno gli ha consigliato di sparigliare e accettare la candidatura alle primarie ma Calenda sente puzza di bruciato: “Se accettassi sposterebbero le primarie a febbraio e per cinque mesi dovrei girare per Roma come ‘il candidato delle primarie del centrosinistra’” (Valentini sul Fg)

Posizionamenti. Smeriglio apre a Calenda (“fa parte del nostro campo”) dopo che Calenda ha espresso apprezzamenti per Amedeo Ciaccheri (“lo vedrei bene nella mia Giunta”), minisindaco dell’VIII municipio e pupillo di Smeriglio (D’Albergo su Rep)

CONTINUA A LEGGERE SU ECODAIPALAZZI.IT

Seguici su:
Facebook  |  Youtube  |  Telegram  |  Twitter

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi