Rassegna stampa

INTERNI

Stati generali grillini. Hanno deciso che ci sarà una “governance” collegiale ma non si sa come funzionerà, da quante persone sarà composta e come sarà votata (Cuzzocrea su Rep). Conte: “Grillo resta la mente più giovane e curiosa del M5s”. Sottinteso: i deputati pensano solo al potere… (Frasca sul Tempo)

Asilo Mariuccia. Continua il gelo fra Di Maio e Conte. Un esempio: Macron umilia l’Italia non invitandola al summit sul terrorismo ma premier e Farnesina nemmeno si parlano per concordare una risposta. Di Maio ha capito che Conte punta a togliergli il giocattolo dalle mani (Tito su Rep)

Conte Tacchino. Ancora un articolo di Bettini sul Cds in cui esorta Conte a coinvolgere Forza Italia al governo. Ma è come chiedere al tacchino di anticipare il Natale

Niet Forza Italia. Crimi (per quel che conta): “La legge di bilancio è l’atto politico più importante del governo e la scrive la maggioranza” (int. sul Cds)

Napoli. Se De Luca continua a sparare contro il governo, per il Pd la partita per le amministrative diventa in salita. E questo De Luca lo sa… (Pappalardo sul Matt)

ECONOMIA

Quanti “Ristori”? Invece di fare un decreto ogni volta che una regione cambia colore, sarebbe più logico istituire un fondo da cui trarre risorse a seconda dell’evolversi della pandemia (Cottarelli su La St)

Legge di bilancio. Previsti più soldi per il reddito di cittadinanza ma nessun programma per il rilancio dell’economia e mancano le norme sullo sblocco degli investimenti (Forte sul Gn)

UE

Antiterrorismo europeo. Dal 1° dicembre sarà un italiano, Claudio Galzerano, a guidare la struttura antiterrorismo delle polizie europee (int. sul Cds)

ESTERI

Perù. Contro colpo di Stato: destituito, dopo soli sei giorni, il Presidente Manuel Merino che a sua volta aveva destituito Martin Vizgarra pochi giorni fa (Msg)

ROMA

Raggi chi? Agli Stati Generali la sindaca si aspettava l’incoronazione in pompa magna ma è stata ignorata da tutti (compreso “l’alleato” Di Battista). Solo Buffagni la cita (Pacifico sul Msg)

Si salvi chi può. Raggi nomina il direttore generale del Comune, Franco Giampaoletti, direttore generale dell’Atac. La catastrofe elettorale è alle porte e la fuga è iniziata (Magliaro sul Tempo)

CONTINUA A LEGGERE SU ECODAIPALAZZI.IT

Seguici su:
Facebook  |  Youtube  |  Telegram  |  Twitter

Rispondi