Connect with us

Hi, what are you looking for?

++++

Leggi. Il sudista Maimone al premier Conte: “Serve un provvedimento che ratifichi una ‘no tax area’ per rilanciare il sud e debellare le mafie” 

LA LETTERA di Biagio Maimone

Gentilissimo Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ritengo che urga, in via prioritaria, risolvere la questione meridionale, ossia lo stato di minor benessere del Meridione d’Italia, per non dire di abbandono politico e, conseguentemente, economico, collegato all’assenza o quasi di grandi realtà produttive che operino nel Sud Italia e, pertanto, garantiscano il benessere economico principale che è il lavoro, che i meridionali sono costretti a cercare altrove, trasferendosi nel Nord Italia o emigrando nel resto del mondo” scrive il ‘sudista’ Biagio Maimone in una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
.
Serve un provvedimento legislativo – continua il Fondatore del Movimento Sudisti Italiani – che ratifichi unano tax area, tale in quanto consentirà al Sud Italia di accogliere le aziende o rami di aziende del Nord Italia, rendendole beneficiare di una detassazione rilevante. La no tax area consentirà lo sviluppo di attività lavorative nel Sud Italia favorendo la delocalizzazione di aziende nel mezzogiorno d’Italia, anziché in altri territori non italiani, come già avviene, in quanto ritenuti meno gravosi dal punto di vista fiscale. Ciò significherà lo sviluppo dei territori del Sud Italia, di cui abbiamo scritto profusamente, da antesignani contemporanei dello sviluppo del Meridione d’Italia. Il lavoro potrà essere ‘universalizzato’, ossia diffuso in modo paritetico, nei territori italiani. Non vi è dubbio che da tale universalizzazione prenderà il via  la svolta economica e la crescita del benessere del Sud Italia. Creare occupazione nel Sud Italia significa creare lo strumento inderogabile per infliggere un colpo mortale alle mafieche nidificano e, pertanto, si affermano  soprattutto dove manca il lavoro regolamentato dal diritto del lavoro e, perciò, precario, motivo del proliferare della povertà economica e morale. In tali territori è certo che manchi lo Stato.  Chi sostituisce lo Stato non vi è  dubbio che sia la mafia. Sulla scorta di tali considerazioni, siamo certi chela mafia può essere debellata solo attraverso il lavoro che lo Stato italiano deve creare e tutelare tenacemente“.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche ...

Esteri

“I vaccini a mRNA contro il Covid-19 potrebbero essere pericolosi a lungo termine?”. Per trovare una risposta alla domanda che si stanno facendo in...

In evidenza

Gentile signor Pres. Conte, mentre La ringrazio per la Sua umanità e le parole non retoriche, che pronuncia parlando alla gente, desidero farle qualche...

++++

Il grido di dolore della conduttrice radiofonica ed opinionista televisiva Emanuela Falcetti: “Qualcuno mi spieghi perché le bombole per l’ossigeno in molte zone d’Italia si...

In evidenza

Antonio Ammaturo sognava fin da giovanissimo di entrare in Polizia; ci riuscì e cominciò ad operare nella prima parte della sua vita tra Bolzano,...

Copyright © 2015 EcodaiPalazzi.it