Connect with us

Hi, what are you looking for?

Rassegna

“Dai giornali”, press review 4 febbraio 2021

Butta male. Draghi deve scrollarsi di dosso l’immagine di tecnico altrimenti è già finito e quindi deciderà insieme ai partiti la formula migliore del governo. Per adesso butta male: grillini spaccati, Conte sobilla i parlamentari grillini contro Draghi, nel Pd c’è chi pensa alle elezioni e infine il centrodestra è una tonnara (Verderami sul Cds);

Aut aut. Draghi in un cul de sac: se accetta ministri politici allora Lega e Fratelli d’Italia non garantiranno l’astensione, se invece nomina tecnici allora salta il M5s (Folli su Rep);

Situazione nel M5s. I grillini si trovano soli, con le mille anime, il governismo senza governo, la leadership decapitata, il terrore delle elezioni, poche idee e nessuna chiara (Trocino sul Cds);

O Arcuri o morte. Nati per lottare contro la povertà nel mondo, i grillini hanno invece lottato corpo a corpo per difendere Azzolina e Arcuri. Dopo aver governato con Renzi e Salvini ora fanno gli schizzinosi con Draghi (Polito sul Cds);

Renzi rassegnati. Zanda: “Il rapporto politico fra Pd, M5s e Leu è stato importante per il governo Conte e lo sarà per il governo Draghi, per le amministrative e anche per le politiche. Il Pd non pratica la violenza politica: la troppa disinvoltura fa vincere le guerre e perdere le battaglie” (int. sul Cds);

“Strategia” grillina. La linea dura imboccata da Crimi e rilanciata da Grillo è una reazione di pancia che può cambiare se Draghi accetta ministri politici (Franco sul Cds);

Conte. Il Pd chiede a Conte di sostenere Draghi per salvare il progetto unitario Pd-M5s-Leu ma la rabbia è ancora tanta e le lusinghe di Draghi non sono bastate. Per adesso l’ex premier studia la rivincita in attesa di capire che decide il M5s. Il problema è che il M5s è in attesa di capire cosa farà lui (Guerzoni sul Cds);

Poco da festeggiare. Renzi crede di aver vinto ma ha creato una crisi di sistema indebolendo la democrazia e gli equilibri istituzionali. Se il governo andrà in porto sarà un agente politico naturale di scomposizione e ricomposizione del quadro politico generale (Mauro su Rep);

Effetti collaterali. Se i grillini dicono no a Draghi, salta l’accordo col Pd alle comunali ma sopratutto salta Zingaretti: i renziani rimasti del partito pronti a rinfacciargli l’alleanza strategica col M5s (Vitale su Rep e Marra sul Ft); Marcucci: “Zingaretti poteva fare meglio” (int. sul Msg). Nannicini: “Serve un congresso” (int. sul Matt);

Eredità veltroniana. Zingaretti sta pagando il prezzo della svolta liberal data al Pd da Veltroni: Renzi è solo uno degli effetti (Monaco sul Ft);

Roma. La ricetta di Walter Tocci per vincere le amministrative: una lista composta da esponenti del Pd e del M5s ma senza simboli di partito allargata a personalità della società civile e dell’associazionismo. Un passo indietro dei partiti che però consente di farne due in avanti (Roselli sul Fg).

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche ...

Esteri

“I vaccini a mRNA contro il Covid-19 potrebbero essere pericolosi a lungo termine?”. Per trovare una risposta alla domanda che si stanno facendo in...

In evidenza

L’incarico di governo a Carlo Cottarelli non è bastato a placare i timori dei mercati, con lo spread arrivato ai massimi dal 2013. Ricordiamo...

In evidenza

 Intervista esclusiva a Paolo Ferrero, vicepresidente del Partito della Sinistra europea, già Ministro della solidarietà sociale e Segretario di Rifondazione comunista Ferrero, da Salvini...

In evidenza

Antonio Ammaturo sognava fin da giovanissimo di entrare in Polizia; ci riuscì e cominciò ad operare nella prima parte della sua vita tra Bolzano,...

Copyright © 2015 EcodaiPalazzi.it