Connect with us

Hi, what are you looking for?

Parità

Le rilevazioni statistiche alla base delle efficaci politiche di prevenzione e contrasto alla violenza di genere

Il 25 novembre 2020 scorso, il Senato ha approvato e inviato all’altro ramo del Parlamento il disegno di legge A.S. 1762, d’iniziativa dei senatori Valente e altri, recante “Disposizioni in materia di statistiche in tema di violenza di genere”, allo scopo di garantire un flusso informativo adeguato per cadenza e contenuti sulla violenza di genere contro le donne.

La necessità di avere informazioni statistiche ufficiali, continue e complete, sul complesso della violenza subita dalle donne, è di fondamentale importanza al fine di progettare adeguate politiche di prevenzione e contrasto e di assicurare un effettivo monitoraggio del fenomeno. Infatti, nonostante una completa raccolta di informazioni statistiche sia raccomandata dalla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul), dal rapporto del Gruppo di esperte sulla violenza contro le donne del Consiglio d’Europea (GREVIO), dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE), l’Italia riesce a fornire i relativi indicatori solo per gli omicidi, mentre la violenza basata sul genere resta un fenomeno sfuggente, sfocato e invisibile confinato all’interno dei rapporti familiari e affettivi, dei quali si riesce difficilmente a definire i contorni e i contenuti e sui quali talvolta la comunicazione mediatica genera confusione, alimentando pregiudizi e stereotipi che danno luogo a percezioni distorte della realtà.

Al riguardo, il regolamento (UE) n. 99/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 gennaio 2013, relativo al programma statistico europeo 2013-2017, ha precisato che la produzione di statistiche di elevata qualità contribuiscono all’attuazione delle politiche dell’Unione, tra le quali l’uguaglianza di genere, riferendosi in particolare a statistiche multidimensionali e dati disaggregati per genere.

L’analisi dei complessi fenomeni sociali che stanno a monte dello scatenarsi della violenza e la necessità di rilevazioni statistiche periodiche e ufficiali sono quindi fondamentali per assicurare efficaci politiche di intervento di prevenzione e contrasto e un effettivo monitoraggio del fenomeno.

A tal fine, il disegno di legge A.S. 1762 si propone di colmare le lacune esistenti nel sistema di raccolta dei dati e di analisi statistica, imponendo degli obblighi generali di rilevazione a tutti gli uffici, enti, organismi e soggetti pubblici e privati che partecipano all’informazione statistica ufficiale, inserita nel programma statistico nazionale.

Ruolo di indubbio rilievo è attribuito all’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), chiamato ad assicurare la realizzazione, con cadenza triennale, di indagini campionarie interamente dedicate al fenomeno della violenza di genere, che produca stime anche sulla parte sommersa dei diversi tipi di violenza (violenza fisica, sessuale, psicologica, economica e stalking) e la realizzazione, con cadenza biennale, di indagini sui centri antiviolenza e sulle case rifugio, evidenziando in esse le caratteristiche dell’utenza, la tipologia di violenza subita e di assistenza fornita.

Puntuali obblighi di rilevazione e di fornire dati e notizie relativi alla violenza contro le donne, sono poi previsti con riguardo alle strutture sanitarie pubbliche e in particolare alle unità operative di pronto soccorso, al Ministero dell’interno e al Ministero della giustizia.

Il disegno di legge contiene poi lunga lista di reati per i quali si ritiene necessario rilevare la relazione tra la vittima e l’autore del reato stesso, attraverso l’istituzione di una banca dati interministeriale all’interno della quale devono essere raccolti i dati relativi ai femminicidi e alle donne che hanno denunciato la violenza subita.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche ...

Esteri

“I vaccini a mRNA contro il Covid-19 potrebbero essere pericolosi a lungo termine?”. Per trovare una risposta alla domanda che si stanno facendo in...

In evidenza

Gentile signor Pres. Conte, mentre La ringrazio per la Sua umanità e le parole non retoriche, che pronuncia parlando alla gente, desidero farle qualche...

++++

Il grido di dolore della conduttrice radiofonica ed opinionista televisiva Emanuela Falcetti: “Qualcuno mi spieghi perché le bombole per l’ossigeno in molte zone d’Italia si...

In evidenza

Antonio Ammaturo sognava fin da giovanissimo di entrare in Polizia; ci riuscì e cominciò ad operare nella prima parte della sua vita tra Bolzano,...

Copyright © 2015 EcodaiPalazzi.it