Connect with us

Hi, what are you looking for?

++++

Il governo chiede pazienza sulle riaperture, ma mette lo sprint sui vaccini

ph: licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT

Pazienza per l’allentamento delle misure, slancio alla campagna vaccinale e fretta sui dossier per il Pnrr. La giornata di oggi prende le mosse dalle scelte e dai principali avvenimenti di quella di ieri. Mario Draghi ha chiarito in aula alla Camera che per avere l’allungamento del coprifuoco, la riapertura dei centri commerciali, delle piscine all’aperto e il via libera alle feste di matrimonio servirà attendere alcuni giorni: “dobbiamo essere attenti a bilanciare le ragioni dell’economia con quelle della salute”.

Dunque la riunione della cabina di regia sulle nuove misure, attesa per venerdì, è slittata a lunedì, dopo la riunione del Cts prevista domani, e solo la prossima settimana il governo si riunirà in un consiglio dei ministri che dovrebbe varare il nuovo decreto per spostare il coprifuoco alle 23, molto probabilmente dal 24 maggio, e riaprire ai festeggiamenti per i matrimoni dal 15 giugno. Una mediazione tra le forze di maggioranza, da parte del premier, accolta finora con un sostanziale via libera da parte dei partiti. Resta ovviamente l’opposizione di FdI al governo e dunque il partito di Giorgia Meloni presenta in mattinata alla Camera le proposte per il rilancio del settore wedding dopo le parole di Draghi, che ha chiesto “ancora un po’ di pazienza” alle coppie che si vogliono sposare. Per la prossima settimana si intensificherà poi anche la campagna vaccinale.

Dopo aver superato ieri i 25 milioni di somministrazioni, il commissario Francesco Paolo Figliuolo ha dato il via libera alle Regioni per vaccinare anche i quarantenni con l’obiettivo, sullo sfondo, di mettere in sicurezza tutti gli over 60 entro l’inizio di luglio. Ma il governo procede anche con le nomine ai vertici dei diversi settori dello Stato e delle partecipate e, dopo aver incaricato Elisabetta Belloni, prima donna, alla guida del Dipartimento per l’informazione e la sicurezza, si appresta a esaminare le altre nomine in agenda a cominciare da quella di Fs. Resta invece ancora tutta da risolvere la disputa tra Lega e Fdi sulla guida del Copasir, il comitato parlamentare di controllo dei Servizi di sicurezza.

Ora le forze politiche e parlamentari dovranno fare i conti anche con il richiamo giunto dal Colle più alto dove ieri si sono riuniti il presidente della Repubblica e i presidenti delle Camere per suonare la sveglia sull’attuazione del Pnrr. Solo il varo di tutte le principali riforme, dalla giustizia al fisco alla Pubblica amministrazione, permetterà all’Italia di ottenere gli oltre 200 miliardi stanziati dalla Commissione europea con il Next generation e Sergio Mattarella ha voluto chiarire, con Elisabetta Casellati e Roberto Fico, che ritardi sono considerati inaccettabili. Nessun interesse di partito potrebbe giustificare manovre parlamentari per mettere i bastoni tra le ruote a un piano storico per il Paese. Intanto i partiti sono alle prese con la difficile scelta dei candidati alle amministrative di autunno. Se il centrodestra prosegue a confrontarsi sui nomi da proporre a Milano e Roma, il Pd, che domani riunirà la sua direzione, sta già schierando i suoi candidati ma senza la prospettiva di un accordo con il M5s. Movimento che, nel frattempo, continua a dividersi sui temi della leadership e del finanziamento.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche ...

Esteri

“I vaccini a mRNA contro il Covid-19 potrebbero essere pericolosi a lungo termine?”. Per trovare una risposta alla domanda che si stanno facendo in...

++++

Il grido di dolore della conduttrice radiofonica ed opinionista televisiva Emanuela Falcetti: “Qualcuno mi spieghi perché le bombole per l’ossigeno in molte zone d’Italia si...

In evidenza

Gentile signor Pres. Conte, mentre La ringrazio per la Sua umanità e le parole non retoriche, che pronuncia parlando alla gente, desidero farle qualche...

CULTURA

E’ la svendita di un patrimonio architettonico e artistico inestimabile, un altro tassello del depauperamento del patrimonio capitolino. Palazzo Odescalchi, una delle espressioni più...

Copyright © 2015 EcodaiPalazzi.it