Connect with us

Hi, what are you looking for?

CULTURA

Scrittori: E’ morta la poetessa, militante femminista Biancamaria Frabotta

 Intellettuale a tutto campo impegnata nelle cause civili e nella lotta politica

La scrittrice, poetessa, giornalista e docente Biancamaria Frabotta, intellettuale a tutto campo impegnata nelle cause civili e nella lotta politica, studiosa della letteratura femminile da un osservatorio di militanza femminista, è morta martedì 2 maggio all’età di 75 anni all’ospedale San Giovanni di Roma, dove era ricoverata in seguito ad una caduta. Nata a Roma l’11 giugno 1946, accanto all’attività accademica come docente di letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università “La Sapienza” di Roma, Frabotta ha svolto un’intensa attività poetica: ha raccolto le sue liriche lievi e meditate in “La viandanza” (Mondadori 1995; Premio Montale); nel 2018 da Mondadori è stata edita sotto il titolo “Tutte le poesie 1971-2017” la raccolta integrale della sua produzione poetica. Attivista negli anni Settanta nel movimento delle donne, è stata curatrice dei volumi “Femminismo e lotta di classe in Italia: 1970-1973” (Savelli, 1973) e “La politica del femminismo: 1973-76” (1976).

Redattrice delle riviste “Orsa minore” (1981-83) e “Poesia” (1989-91) e collaboratrice de “Il manifesto”, Frabotta è autrice di una densa produzione saggistica: si fece conoscere per la curatela nel 1976 di “Donne in poesia” (Savelli), la prima importante antologia femminile, con prefazione di Dacia Maraini: le autrici antologizzate del secondo dopoguerra erano 26, alcune già note come Margherita Guidacci e Maria Luisa Spaziani, Amelia Rosselli, Anna Maria Ortese, mentre altre agli esordi, come Patrizia Cavalli e Vivian Lamarque. Tra i suoi saggi anche “Letteratura al femminile” (De Donato, 1980); “Giorgio Caproni il poeta del disincanto” (Officina, 1993); “L’estrema volontà”. Studi su Caproni, Fortini, Scialoja” (Perrone, 2010) L’esordio poetico avvenne nel 1976 con la raccolta “Affeminata” (con una nota critica di Antonio Porta, Geiger), a cui seguì “Il rumore bianco” (con prefazione di Antonio Porta, Feltrinelli, 1982). Tra le altre raccolte “Appunti di volo e altre poesie” (con un disegno di Toti Scialoja, La Cometa, 1985); “Controcanto al chiuso” (con disegni di Solvejg Albeverio Manzoni, Rossi & Spera, 1991); “Terra contigua” (Empirìa, 1999 e 2011); “La pianta del pane” (Mondadori, 2003; Premio LericiPea e Premio Dessì); “Gli eterni lavori” (prefazione di Giorgio Patrizi, con un’incisione di Giulia Napoleone, San Marco dei Giustiniani, 2005); “I nuovi climi” (con prefazione di Maurizio Cucchi, Stampa, 2007); “Da mani mortali” (Mondadori, 2012); “Per il giusto verso” (Manni, 2015); “Risatelle” (con Brunello Tirozzi, Empirìa, 2016). E’ autrice anche di romanzi (“Velocità di fuga”, Reverdito, 1989), di teatro (“Trittico dell’obbedienza”, Sellerio, 1996) e saggi autobiografici (“Quartetto per masse e voce sola” Donzelli, 2009).

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche ...

Esteri

“I vaccini a mRNA contro il Covid-19 potrebbero essere pericolosi a lungo termine?”. Per trovare una risposta alla domanda che si stanno facendo in...

++++

Il grido di dolore della conduttrice radiofonica ed opinionista televisiva Emanuela Falcetti: “Qualcuno mi spieghi perché le bombole per l’ossigeno in molte zone d’Italia si...

CULTURA

E’ la svendita di un patrimonio architettonico e artistico inestimabile, un altro tassello del depauperamento del patrimonio capitolino. Palazzo Odescalchi, una delle espressioni più...

In evidenza

Oggi in apertura di seduta, prima delle comunicazioni del premier Mario Draghi in vista del Consiglio europeo, il presidente della Camera Roberto Fico ha...

Copyright © 2015 EcodaiPalazzi.it