Connect with us

Hi, what are you looking for?

++++

“Le buste paga della vergogna non hanno colori politici”. Caos alla Camera per lo stop alla legge sul salario minimo

Via libera dell’Aula della Camera alla delega al governo che stoppa la legge sul salario minimo proposta dall’opposizione. I voti a favore sono stati 153, 118 i contrari, 3 gli astenuti. Il testo va al Senato. Durante la votazione l’opposizione urlava in coro “vergogna, vergogna” ed esponeva cartelli con la scritta “non a mio nome”

E c’è stata bagarre e cartelli a minuti dal voto finale. Il vicepresidente Rampelli ha dovuto sospendere la seduta. Deputati di opposizione hanno esposto cartelli con la scritta “Salario minimo negato” e sono arrivati fino ai banchi del governo urlando in coro “Vergogna!”.

“Oggi è un giorno triste, oggi che accartocciate con una mano la proposta di salario minimo delle opposizioni”, ha detto in Aula la segretaria del Pd nella dichiarazione di voto ribadendo poi: “Non in nostro nome”. “E con l’altro date un manrovescio a milioni di lavoratori poveri. Vorremmo sapere perché Meloni ce l’ha così tanto con i poveri. Voi all’ascensore sociale state tagliando i fili perché chi è povero resti povero”.

“Ci avete costretti a ritirare le nostre firme dalla proposta unitaria delle opposizioni sul salario minimo. Non avete mai voluto affrontare questo tema, avete fatto dei giochi di prestigio, preferite colpire i poveri invece della povertà”, e “sta aumentando il lavoro povero: questa è la vostra idea di lavoro”, ha aggiunto Schlein. “Oggi è un giorno triste per la Repubblica, il governo accartoccia la proposta di legge sul salario minimo e dà un manrovescio a milioni di lavoratori. Il Governo Meloni deve dire cosa ha contro i poveri e perché ci si accanisce in questo modo. Abbiamo chiesto di approvare una misura contro il salario povero e non un posto in un cda o di fermare un treno in ritardo alla prima fermata utile. Ci avete costretti a ritirare le nostre firme alla proposta di legge, lo fate con una scelta vigliacca che non avete nemmeno il coraggio di votare contro, avete fatto giochi di prestigio per colpire i poveri. Il nostro è l’unico paese europeo in cui c’è un segno meno al potere di acquisto delle famiglie. A voi sta bene che c’è chi lavora e viene sfruttato. Non c’è un provvedimento di quest’anno in cui avete dato risposte a chi fa fatica ad andare a fare la spesa. Avete scelto l’ipocrisia come metodo di governo”, ha concluso.

Per il presidente del M5S Giuseppe Conte in diretta Fb : “dopo rinvii e balletti vari, si è consumata la pantomima di Giorgia Meloni, del governo e di queste forze di maggioranza che hanno gettato la maschera, hanno votato no al salario minimo legale. E non hanno detto no al M5S ma all’Italia e a 3 milioni e 600mila lavoratori che prendono buste paga vergognose. Guardate che le buste paga della vergogna non hanno colori politici. Io sono convinto che anche gli elettori che hanno sostenuto queste forze di maggioranza hanno amici, parenti che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese, a pagare un mutuo, a fare un pieno, a permettersi una vacanza con buste paga da fama. Giorgia Meloni deve avere rispetto per queste vite”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche ...

Esteri

“I vaccini a mRNA contro il Covid-19 potrebbero essere pericolosi a lungo termine?”. Per trovare una risposta alla domanda che si stanno facendo in...

++++

Il grido di dolore della conduttrice radiofonica ed opinionista televisiva Emanuela Falcetti: “Qualcuno mi spieghi perché le bombole per l’ossigeno in molte zone d’Italia si...

In evidenza

Oggi in apertura di seduta, prima delle comunicazioni del premier Mario Draghi in vista del Consiglio europeo, il presidente della Camera Roberto Fico ha...

CULTURA

E’ la svendita di un patrimonio architettonico e artistico inestimabile, un altro tassello del depauperamento del patrimonio capitolino. Palazzo Odescalchi, una delle espressioni più...

Copyright © 2015 EcodaiPalazzi.it