Forme innovative di finanziamento per il sociale: la blockchain

In Parlamento si continua a discutere di innovazione e blockchain, il sistema di tecnologia peer-to-peer che raccoglie tutte le transazioni in Bitcoin compiute.

Alla conferenza stampa a Montecitorio “Finanziare il sociale con la blockchain“, organizzata dagli onorevoli Marco Baldassarre ed Eleonora Bechis, i deputati di AL hanno discusso di come la blockchain possa essere un metodo di  trasparente e sicuro per la raccolta di fondi a scopo benefico.

La Bechis è da sempre impegnata nel sociale, mentre Baldassarre ha già presieduto numerosi incontri alla Camera sul tema delle startup e delle criptovalute per sponsorizzare l’innovazione in atto grazie alla blockchain, un registro pubblico condiviso che garantisce operazioni trasparenti, tracciabili e immodificabili e che con questa iniziativa si apre al mondo del sociale. Con le donazioni tramite questo sistema, è garantito l’utilizzo unico della donazione, senza intermediari.

Guido Turricchia, intervenuto in conferenza stampa per illustrare la raccolta fondi, ha messo a disposizione il suo sistema Helperbit, la prima piattaforma italiana che traccia gli aiuti umanitari in Bitcoin.

Abbiamo notato che in alcune campagne benefiche di raccolta fondi, spesso questi soldi non andavano esattamente dove dichiarato – ha spiegato Turricchia -. Queste situazioni minano anche il rapporto di fiducia col donatore, mettendo a rischio l’intera opera benefica. La blockchain invece offre una trasparenza totale, garantendo la bontà di ogni operazione. Siamo in primi in Italia a fare questo e tra i primi al mondo per livello tecnologico parlando di blockchain.

I progetti sostenuti sono stati illustrati in conferenza stampa dai rappresentanti delle varie associazioni che aderiscono: Alessandra Bonfanti  per Legambiente, Fabio Massimo Avenavoli per Emergenza sorrisi, il comitato Emergenza Homless – Un sacco di Vita (che raccoglie donazioni per acquistare sacchi a pelo per i senza tetto). Presente anche  Lorenzo Giustozzi  per portare il sostegno della Blockchain Education Network. associazione che ha come scopo quello di diffondere il sistema della blockchain. Ospite speciale il rappresentate di China Biodiversity Development Foundation, Devid Li, che ha illustrato come anche la Cina stia muovendo i primi passi verso una maggiore attenzione all’ambiente e che tramite la fondazione e la blockchain stiano raccogliendo fondi per sostenere iniziative di sensibilizzazione e di difesa degli animali rari o in via di estizione.

Numerosi settori possono essere influenzati da queste tecnologie. Sarebbe interessante sfruttare questo sistema trasparente e certo anche durante la raccolta fondi della prossima campagna elettorale” ha chiuso Baldassare con un tono tra lo scherzoso e il polemico.

A moderare l’evento Agostino Formichella, editore di Eco dai Palazzi.
Qui potete vedere il video della conferenza stampa.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi