Difesa, depositata alla Camera la risoluzione per dare supporto psicologico ai militari

“L’obiettivo che ci siamo preposti con questa risoluzione, è quello di dare un adeguato supporto psicologico ai militari e alle loro famiglie che vivono un disagio, per prevenire e ridurre tutti i fenomeni ad esso collegati, anche quelli più gravi come il suicidio”.

E’ quanto afferma Roberto Rossini, deputato del M5s e componente della commissione Difesa alla Camera, dopo aver depositato una risoluzione, che impegna il Governo ad istituire una struttura organizzativa di vertice interforze, per dare adeguato supporto morale e psicologico ai militari.

La risoluzione impegna il Governo a prevedere una rete di intervento entro cui agiranno team, composti da militari appositamente formati, incaricati di intercettare tempestivamente l’eventuale disagio dei loro colleghi, e da supervisori clinici, civili in possesso di una formazione in ambito psicologico preposti al controllo dei team. I militari – spiega Rossini– potranno quindi beneficiare di interventi psicologici specifici, gestiti da associazioni professionali specializzate e da presidi ospedalieri. Il fine è duplice: garantire ai militari il supporto morale, mantenendo il senso di appartenenza alle Forze Armate, ma anche l’orientamento al supporto psicologico clinico, destinato ai militari e alle loro famiglie. La risoluzione impegna il Governo a creare una struttura organizzativa organica e efficiente, in grado di andare ad impattare sui fenomeni psicologici più complessi e drammatici e, ci auguriamo, di ridurre il numero dei suicidi tra i nostri – conclude l’esponente Cinque stelle – militari”.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi